Caduta dei capelli

dr.Federica Cavallini Dermatologa

Caduta dei capelli

Origine e soluzioni con la dr.ssa Federica Cavallini

  • Dr.ssa Federica Cavallini- dermatologa esperta anche in tricologia
  • Caduta dei capelli- andiamo all’origine-ecco possibili cause
  • Tricoscopia- di cosa si tratta?
  • Medicina funzionale per gestire le patologie del capello

 Iniziamo il viaggio nella tricologia con una figura di rilievo in questo campo, la dr.ssa Federica Cavallini, dermatologa che ci parlerà della figura del dermatologo tricologo e dei disturbi che possono interessare il cuoio capelluto, compresi i suoi annessi.

«La figura del dermatologo esperto in tricologia riveste un ruolo fondamentale per la gestione di tutti i disturbi del capello. Ad oggi tantissime persone di fronte a problemi di caduta o disturbi del capello si precipitano ad acquistare lozioni o integratori nella speranza che risolvano al più presto questo fastidio.  Nella maggior parte dei casi le aspettative vengono grandemente deluse. Per giustificare questo fallimento è necessario fare un passo indietro.»

Quindi andare all’origine della caduta, immagino. Quali sono le possibili cause?

 «La caduta o disturbi della crescita dei capelli possono essere la spia di molteplici patologie e squilibri. In alcuni casi la causa è riconducibile a carenze di vitamine, di  micro o macronutrienti , in altre circostanze la perdita di capelli è il primo sintomo di squilibri endocrini come ipotiroidismo, iperandrogenismo o sindrome dell’ovaio policistico. Per altre persone il cuoio capelluto diventa la sede in cui esplodono patologie autoimmuni e gli annessi sono i primi a risentire del processo infiammatorio che caratterizza queste patologie.

Alterazioni del capello sono molto comuni anche in condizioni fisiologiche come gravidanza , allattamento, perimenopausa, menopausa  e la classica alopecia androgenetica maschile.  Grazie a questa rapida disamina delle cause più frequenti di patologie del capello capiamo come non sia possibile reperire facili soluzioni che possono risolvere disturbi così diversi.

Per tutte le persone che desiderano risolvere in maniera tempestiva ed efficace il proprio problema tricologico è necessario affidarsi ad un professionista che possa individuare con esattezza i fattori alla base del proprio disturbo. Dal momento che è necessario escludere o individuare anche alcune patologie e malattie sistemiche è necessario che questa figura sia un medico. Il dermatologo è una figura di rilievo dal momento che si occupa della diagnosi attraverso le tecniche diagnostiche più innovative.  In questi ultimi anni l’esame Gold Standard per la diagnosi di alterazioni del capello è la Tricoscopia

Di cosa si tratta, nello specifico?

«La tricoscopia è un esame rapido e non invasivo che consiste nell’osservazione del cuoio capelluto e dei capelli attraverso il dermatoscopio, una speciale lente che permette di visualizzare dettagli del cuoio capelluto e dei capelli ad alto ingrandimento. Inoltre, il dermatoscopio viene collegato ad un sistema di videocamera digitale che consente di scattare delle fotografie che vengono archiviate su pc. La possibilità di avere fotografie digitali ad alto ingrandimento permette di indentificare con maggior precisione e in maniera  precoce i segni delle diverse patologie dei capelli e di monitorarne l’andamento nel tempo.  La visita dermatologica e la valutazione in tricoscopia rappresentano la valutazione più approfondita per ottenere informazioni riguardo lo stato di salute del capello

Il suo nome è spesso associato alla medicina funzionale, che fa incetta di consensi. Quali sono i suoi vantaggi?

«Presso il mio ambulatorio le patologie del capello vengono gestite mediante l’applicazione della medicina funzionale.

Si tratta di una disciplina medica che ci fornisce un punto di vista nuovo e ci invita non concentrarci solo sul sintomo o sul singolo organo, ma ci aiuta a considerare l’organismo come un’unità funzionale che interagisce con un ambiente esterno.

La medicina funzionale rappresenta un approccio innovativo dal momento che non si limita a proporre una terapia farmacologica ma rivaluta il ruolo terapeutico di una corretta alimentazione e di un corretto stile di vita.  Gestire le patologie del capello attraverso la medicina funzionale garantisce una soluzione efficace ed un benessere complessivo del paziente.»

 Grazie, Dr.ssa Cavallini per le sue informazioni preziosissime, vi ricordo che potete trovare la dr.ssa cliccando qui!

Affidatevi sempre agli esperti!

A presto.

Francesca

 

Lascia un commento